La Notificazione, la comunicazione, l’autorizzazione

La notifica al Garante è una comunicazione che il Titolare effettua solo nel caso in cui vengano trattati particolari tipi di dati.
L’Art. 37 indica n. 6 tipologie di dati il cui trattamento richiede la notifica:

  1. dati genetici, biometrici o dati che indicano la posizione geografica di persone od oggetti mediante una rete di comunicazione elettronica;
  2. dati idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, trattati a fini di procreazione assistita, prestazione di servizi sanitari per via telematica relativi a banche di dati o alla fornitura di beni, indagini epidemiologiche, rilevazione di malattie mentali, infettive e diffusive, sieropositività, trapianto di organi e tessuti e monitoraggio della spesa sanitaria;
  3. dati idonei a rivelare la vita sessuale o la sfera psichica trattati da associazioni, enti od organismi senza scopo di lucro, anche non riconosciuti, a carattere politico, filosofìco, religioso o sindacale;
  4. dati trattati con l’ausilio di strumenti elettronici volti a definire il profilo o la personalità dell’interessato, o ad analizzare abitudini o scelte di consumo, ovvero a monitorare l’utilizzo di servizi di comunicazione elettronica con esclusione dei trattamenti tecnicamente indispensabili per fornire i servizi medesimi agli utenti;
  5. dati sensibili registrati in banche di dati a fini di selezione del personale per conto terzi, nonché dati sensibili utilizzati per sondaggi di opinione, ricerche di mercato e altre ricerche campionarie;
  6. dati registrati in apposite banche di dati gestite con strumenti elettronici e relative al rischio sulla solvibilità economica, alla situazione patrimoniale, al corretto adempimento di obbligazioni, a comportamenti illeciti o fraudolenti.

La notificazione del trattamento è presentata al Garante prima dell’inizio del trattamento ed una sola volta, a prescindere dal numero delle operazioni e della durata del trattamento da effettuare può anche riguardare uno o più trattamenti con finalità correlate. La notificazione è validamente effettuata solo se è trasmessa per via telematica utilizzando il modello predisposto dal Garante e osservando le prescrizioni da questi impartite, anche per quanto riguarda le modalità di sottoscrizione con firma digitale e di conferma del ricevimento della notificazione.
La procedura di notificazione è, quindi, estremamente semplice e rapida.

La comunicazione al garante è un atto con il quale si deve informare il garante in merito al trattamento di:

  1. dati scambiati tra soggetti pubblici, quando non sia disciplinato da leggi o regolamenti ed in qualunque forma sia realizzata;
  2. di dati idonei a rivelare lo stato di salute nel campo della ricerca medica.

L’autorizzazione è un provvedimento del Garante mediante il quale l’autorità, dopo aver valutato l’assenza di rischi di danno e di pericolo per i diritti, le libertà fondamentali e la dignità delle persone, acconsente al trattamento dei dati sensibili o giudiziari. Il Garante ha adottato, in via preventiva, alcune autorizzazioni generali valide per macrosettori.

Siti suggeriti da Tesi in diritto