L’informativa

Una corretta informativa è il presupposto iniziale della legittimità del trattamento dei dati. A tal riguardo l’Art. 13 del Codice indica che la persona interessata al trattamento dei dati è informata per ISCRITTO o ORALMENTE circa:

  1. le finalità e le modalità del trattamento cui sono destinati i dati;
  2. la natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati;
  3. le conseguenze di un eventuale rifiuto di rispondere;
  4. i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati, e l’ambito di diffusione dei dati medesimi;
  5. i diritti di cui all’articolo 7 (diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti);
  6. gli estremi identificativi del titolare e, se designati, del rappresentante nel territorio dello Stato ai sensi dell’articolo 5 e del responsabile.

Quando il titolare ha designato più responsabili è indicato almeno uno di essi, indicando il sito della rete di comunicazione o le modalità attraverso le quali è conoscibile in modo agevole l’elenco aggiornato dei responsabili. Quando è stato designato un responsabile per il riscontro all’interessato in caso di esercizio dei diritti di cui all’articolo 7, è indicato tale responsabile.

In buona sostanza all’interessato devono essere forniti tutti gli elementi che gli consentano di esprimere il consenso al trattamento.
Non sono quindi consigliabili informative generiche del tipo “I dati saranno trattati nel rispetto della legge”, anche perché in questo modo all’interessato non sono forniti gli elementi indispensabili per esercitare i propri diritti. Ciò vale soprattutto per le informative relative all’uso della videosorveglianza. In questo settore il Garante ha disposto che è possibile affiggere in luogo ben visibile informative sintetiche che avvertanto della presenza della videocamera purchè poi si metta a disposizione degli interessati che ne facciano richiesta l’informativa dettagliata nella quale è necessario indicare tra l’altro tutti i dati utili per identificare eventuali società terze che erogano il servizio e le modalità di impiego e le modalità e i tempi di conservazione delle immagini.

Siti suggeriti da Tesi in diritto