Abstract tesi in diritto

La cooperazione euromediterranea
(tesi in diritto internazionale)


Il presente lavoro è dedicato all’analisi del ruolo svolto dalle Regioni nell’attuazione della cooperazione euromediterranea. Il primo capitolo delinea la lenta e progressiva evoluzione della politica comunitaria relativa ai rapporti con gli Stati della sponda sud del Mediterraneo. [Leggi tutto]

La causa del contratto
(tesi in diritto civile)


Il presente lavoro è dedicato all’ evoluzione del concetto di causa. La definizione della causa da lungo tempo impegna la dottrina e la giurisprudenza che individuano in essa il momento determinante nel quale la regola posta dal privato con un atto di volontà consegue l’efficacia giuridica che è propria delle norme dell’ordinamento.. [Leggi tutto]

Vedi tutti gli abstract

Benvenuto su Tesi in diritto

Ho deciso di realizzare questo sito per dedicare uno spazio a coloro che si accingono alla redazione di un qualsiasi elaborato in materia giuridica. Il diritto rappresenta una disciplina di innegabile interesse, affatto noioso e freddo come spesso alcuni affermano.

E la redazione di una tesi in diritto, in particolare, costituisce il giusto momento di transizione dall'Università alle professioni forensi, dal mondo della parola alla dimensione del foro, ahimè ancora poco ispirata ai principi Chiovendiani dell'immediatezza, della concentrazione e dell'oralità. Questo passaggio può risultare traumatico se non è accompagnato da un valido supporto e, purtroppo, a volte in ambiente accademico non ci sono le condizioni ottimali perché ciò avvenga. Lo smarrimento generato dal fatto di trovarsi davanti ad un foglio bianco e non sapere da dove cominciare è una sensazione che abbiamo conosciuto tutti e che tuttavia, con un piccolo input, si può facilmente superare. [continua a leggere]

Articoli recenti

Una rassegna della recente giurisprudenza in materia di mutui

Una rassegna della giurisprudenza sui mutui

Una rassegna della giurisprudenza sui mutui

La contestazione delle clausole di un mutuo e la difesa rispetto a decreti ingiuntivi e procedure esecutive  promosse da Istituti di Credito in caso di inadempimento del cliente mutuatario  si basano, essenzialmente, su alcune fondamentali questioni che impegnano, con sempre maggiore frequenza, i giudici di merito.

In primo luogo, è ampiamente discussa la modalità di verifica dell’eventuale usurarietà dei tassi di interesse  corrispettivi e di mora che sono stati pattuiti nel contratto. Inoltre, si dibatte in merito alla illegittimità del sistema di ammortamento alla francese. Non mancano, poi, casi in cui si rileva la indeterminatezza e/o indeterminabilità dell’oggetto del contratto per effetto dell’equivoca pattuizione degli interessi. Né va dimenticata la questione relativa al superamento dei limiti di finanziabilità.

(altro…)

Il Collegio di Coordinamento ABF e l’usurarietà degli interessi di mora

eur(Alfonsina Biscardi) In un precedente contributo abbiamo avuto modo di fare un resoconto della giurisprudenza di merito che ha affrontato il problema della usurarietà degli interesse di mora, ad un anno di distanza dalla sentenza della Corte di Cassazione n.350 del 2013. Secondo alcuni commentatori, dalla citata sentenza si dedurrebbe il principio secondo cui gli interessi di mora concorrerebbero a determinare, assieme agli interessi corrispettivi, il costo complessivo dei mutui e delle operazioni finanziarie, in genere. Pertanto, ai fini della verifica dell’eventuale violazione della legge n.108 del 1996,  si dovrebbe procedere alla somma aritmetica dei due tassi convenzionalmente pattuiti e confrontarli  con il parametro rilevato trimestralmente, meglio noto come TEGM. Tutto ciò, malgrado sia noto che nella determinazione del TEGM, in base alle indicazioni fornite dalla Banca d’Italia, non si tenga conto degli interessi di mora.

(altro…)

L’usurarietà dei tassi di interesse nei mutui

(di Alfonsina Biscardi) Risale agli inizi del 2013 la sentenza della Corte di Cassazione n.350 che ha dato avvio ad un acceso dibattito in merito alla verifica della usurarietà dei tassi di interesse nei mutui e, in generale, nelle operazioni di finanziamento. La sentenza, invero abbastanza stringata, dedica alla problematica della verifica dell’usurarietà dei tassi un breve passaggio. Infatti, si limita a ritenere fondata la censura mossa dal mutuatario ricorrente in Cassazione rispetto al metodo con il quale nei precedenti gradi di giudizio era stato effettuato il calcolo del tasso pattuito in raffronto con il tasso soglia. In tale calcolo non si era tenuto conto della maggiorazione di tre punti prevista a titolo  di mora.

(altro…)









Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza degli utenti. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro uso. Maggiori Informazioni | Chiudi